Festina lente // Assemblea di ABC

10/19/2011

Giovedì 17 novembre, 18.30 – 20.30
Obra Cultural, Via Arduino 46, Alghero

La concomitanza di diversi impegni ha un po’ rallentato le attività dell’Associazione che però è oggi più che mai necessaria. Nei prossimi giorni riprendono i gruppi di lavoro: entro marzo 2012 prevediamo di organizzare tre momenti di riflessione e proposta:
depuratore e gestione delle acque,
cultura, educazione e formazione,
turismi.
Prendete nota della data dell’assemblea!
Le date degli incontri dei gruppi di lavoro per preparare le iniziative saranno comunicate.

Ad maiora

abc forever

09/09/2011

Eccoci qua. Più belli e più superbi che pria (è quasi una citazione!).
Oltre cinquanta persone, attente e appassionate, diverse facce nuove tra esse, hanno dato vita all’assemblea dell’associazione alghero bene comune.
Nella sua introduzione la Presidente uscente, Anna Marotto, ha sottolineato l’importanza delle attività di abc: ragionare, confrontarsi, dedicarsi, studiare, in modo condiviso con passione e cura e rispetto per le persone e attenzione per le idee.
Se questa è una città in cui le persone hanno smesso di tacere, ma riprendono la parola, se sempre di più a sempre meno persone interessa la politica gridata, e sempre più persone “non la bevono”, se di bene comune si parla, non sarà solo merito nostro, ma abbiamo i nostri meriti, eccome.
Il vecchio direttivo, composto – oltre che dalla Presidente Anna Marotto – da Giusy Di Maio, Tiziana Musti, Ivan Blecic, Domenico Canu, Michele Valentino (una grande squadra salutata da un corale e convinto applauso!) è stata sostituito dal nuovo Natacha Lampis, Gianfranca Pirisi, Verdina Satta, Giorgio Pala, Luciano Solinas, Toni Torre; Gianfranca Pirisi è stata eletta Presidente.
E il lavoro riparte: scuola e cultura, servizi sociali e salute, rifiuti e depuratore, turismo, lavori questi i tavoli tematici su cui ripartiremo e apriremo confronti e proporremo idee.
Che queste idee divengano patrimonio di chi vuole un governo diverso per la città, che molti soci di abc si candidino e vengano eletti, che Alghero ritrovi la sua dignità e riconquisti il suo futuro, sono auspici e obiettivi.
Più belle e più superba che pria, con la bussola del bene comune e il timone della partecipazione e dei diritti.
Qua siamo e non siamo pochi.
http://www.algherobenecomune.it

Assemblea

08/08/2011


Un’assemblea importante. Per due ragioni: dobbiamo scegliere il nuovo direttivo e programmare le iniziative della stagione 2011/2012.
Importante è partecipare, importante è far partecipare.
Venerdì 9 settembre alle ore 18.30 all’Obra Cultural via Ardoino 44

Incontri gruppi di lavoro abc

07/04/2011

Care tutte e cari tutti,

vorrei invitarvi all’incontro dei gruppi di lavoro che si terrà il giorno martedì 12 luglio alle ore 19 presso i locali dell’Obra Cultural (g.c.).

Propongo ai soci del Direttivo (e a chi vuole) di vederci, prima della lunga estate calda giovedì 14 alle 19 (sede da definire) per prepararci all’autunno (si spera caldo anch’esso).

Grazie,

ABC

Così siamo.

07/02/2011

Dal canale video di alguer.it

ABC al lavoro

06/29/2011

Lunedì 27 sera la nostra Associazione ha svolto un’assemblea, partecipata e convinta, per programmare le sue attività future.
Abbiamo deciso di continuare ad approfondire temi e argomenti di interesse per la città.
Approfondire, non risolvere, ma invece discutere, chiarire, riflettere, pensare, misurare, comprendere, proporre, suggerire, ascoltare, analizzare, condividere.

Si sono costituiti i seguenti gruppi di lavoro.

Servizi sociali e salute (che probabilmente sarà diviso in due); coordinato da Anna Marotto e Paola Correddu.

Lavoro; coordinato da Elias Vacca e Paola Correddu.

Democrazia, informazione e partecipazione; coordinato da … [???]

Turismi; coordinato da Arnaldo Cecchini

Scuola, ricerca e formazione; coordinato da Natacha Lampis

Gestione delle acque e depuratore; coordinato da Verdina Satta

Cultura; coordinato da … [???]

Diversi soci e amici di abc si sono già iscritti ai diversi gruppi: chiediamo a tutte e tutti di collaborare, iscrivendosi a uno o più gruppi: basta inviare una mail ad algherobenecomune@gmail.com.

Una prima ipotesi è di convocarci tutti alle ore 19 di lunedì 11 luglio.

L’incontro di ABC del 27 giugno, attraverso la stampa

06/29/2011

Ecco alcuni servizi apparsi sulla stampa e media locali:

algheronotizie.it: “Abc in piazza: tra un anno problemi risolti”

alghero.tv: “Il primo anno di Abc, l’associazione che fa discutere”

alguer.it: “Alghero Bene Comune: si riunisce in Piazza Civica” (video)

Attività di ABC, in breve, per la conferenza stampa del 27 giugno

06/28/2011

Dallo scorso giugno 2010, Alghero Bene Comune (ABC) ha intrapreso un percorso di ascolto, riflessione, studio, e di elaborazione di proposte su molti temi e problemi della nostra città.

Questo percorso è stato condotto attraverso gruppi di lavoro, dibattiti interni, momenti di studio e di approfondimento tecnico, ed ha avuto culmine in quattro incontri pubblici nei quali abbiamo voluto presentare e discutere con i cittadini le analisi e le proposte elaborate, ispirandoci anche ad alcune buone pratiche italiane ed estere, ma sempre ragionando su come renderle operative ed applicabili al contesto algherese.

I temi dei quattro incontri pubblici sono stati: (1) il problema della casa; (2) la gestione del porto, l’ambiente costiero e il depuratore; (3) il Piano Urbanistico Comunale; (4) la gestione dei rifiuti.

In queste note sono riassunti i principali argomenti trattati e la cornice di idee, ideali, valori e obiettivi dentro la quale si collocano le nostre proposte.

Per approfondimenti, rimandiamo alla sezione “I dossier”.

Il problema della casa
(12 febbraio 2011, Liceo Scientifico E.Fermi)

Il tema della casa è complicato, e dipende da molti fattori al di là del campo d’azione di un’amministrazione comunale. Fattori che dipendono da altri livelli di governo e da contesti e dinamiche sociali ed economiche. Tuttavia, affermiamo che un’amministrazione comunale può fare molte cose, molte cose anche molto importanti. Abbiamo voluto affermare questo portando all’attenzione alcuni esempi ed esperienze, presentando qualche dato ed avanzando alcune proposte concrete ed operative per Alghero.

Il seminario è stato all’insegna di grande concretezza, incardinata però su alcuni principî generali. Per dimostrare che prendere sul serio questi principî e tenerne ferma la bussola, vuol dire essere anche molto concreti.

I principi che abbiamo voluto affermare ed approfondire nei loro risvolti concreti sono: il diritto alla casa, il valore economico delle trasformazioni urbane come bene comune, giustizia ed equità territoriale, no ad altro consumo di suolo ad Alghero.

A partire da questi principi e da un’analisi della situazione algherese (calo e mutamento demografico della popolazione algherese, disagio abitativo, caro-casa, carenza di case in affitto per residenza, patrimonio di seconde case, popolazioni temporanee), abbiamo formulato alcune proposte concrete ed operative che l’amministrazione comunale può mettere in atto per:

  • costituire un patrimonio pubblico di case in affitto agevolato;
  • aumentare la qualità e l’offerta di case in affitto per usi residenziali;
  • ridurre i prezzi della casa per i residenti;
  • adeguare il patrimonio abitativo per usi residenziali;
  • fare politiche attive di sostegno per l’affitto e per l’acquisto di casa per residenza;
  • riqualificare quartieri, recupero urbanistico ed edilizio, servizi.

Il Piano Urbanistico Comunale (PUC)
(8 marzo 2011, Obra Cultural)

A partire da un approfondimento tecnico e attraverso momenti di dibattito e di divulgazione dei contenuti della proposta di PUC, Alghero Bene Comune ha documentato le incoerenze e le contraddizioni interne al Piano, che emergono:

  • nella previsione di ulteriori espansioni edilizie, a fronte di un dichiarato calo demografico, e a fronte della possibilità, dichiarata dal PUC stesso, di soddisfare il fabbisogno abitativo con adeguate politiche di riqualificazione e riutilizzo dell’enorme patrimonio edilizio inutilizzato;
  • nella previsione esplicita di ulteriori seconde case, a fronte di un vasto patrimonio edilizio di seconde case;
  • nelle soluzioni non effettive per edilizia sociale, convenzionata e sovvenzionata;
  • nel raddoppio dei posti letto alberghieri, quando ad Alghero il problema non è quello della quantità, ma semmai di qualità e di politiche attive per meglio distribuire durante l’anno l’utilizzo delle capacità che ci sono già;
  • nel grande, ulteriore consumo di suolo, specie nelle aree di grande pregio ambientale, come Maria Pia;
  • nella mancanza di un’effettiva partecipazione e coinvolgimento dei cittadini nel processo di costruzione del Piano.

Con ciò si è voluto far emergere l’inadeguatezza del Piano ad affrontare i problemi e offrire una visione coerente dello sviluppo urbanistico della città all’insegna della giustizia sociale, della riqualificazione dei quartieri, di una maggiore dotazione di servizi, di promozione di un percorso di sviluppo che rispetti e metta a valore le qualità ambientali del territorio algherese.

La gestione del porto, l’ambiente costiero e il depuratore
(2 aprile 2011, Liceo Scientifico E.Fermi)

Un progetto di porto sulla spiaggia di San Giovanni, un depuratore che scarica i reflui nel Calic e nelle acque di balneazione, l’insostenibilità della gestione costiera, rischiano di compromettere in modo devastante l’ecosistema della rada di Alghero.

Sull’emergenza ambientale l’associazione ha promosso una giornata di partecipazione democratica, un incontro e confronto con la partecipazione di esperti, associazioni, lavoratori, imprenditori e cittadini.

Durante l’incontro sono stati approfonditi i seguenti argomenti:

  • il progetto del nuovo porto sulla spiaggia S. Giovanni: la storia, il problema
  • il dissesto idrogeologico della rada di Alghero
  • il nuovo depuratore: la storia, il problema
  • lo stato di conservazione e le condizioni di rischio dell’ambiente lagunare nella rada di Alghero
  • la depurazione sostenibile

Pur nella grande delicatezza e complessità dei temi trattati, dal dibattito sono scaturiti alcuni possibili percorsi di azioni e di politiche per la gestione del porto, per la tutela e la gestione delle spiagge e per il recupero della laguna del Calic.

La gestione dei rifiuti
(8 giugno 2011, Asilo Sella)

Lo spunto a compiere il “viaggio nel mondo dei rifiuti” ci è stato dato dall’improvviso recente incremento della tassa sui rifiuti solidi urbani (TARSU), del 30% per le utenze in città, anche dell’80% nell’agro.

Da cittadini curiosi quali siamo, spinti anche dalle proteste nate in città, particolarmente da parte del Comitato di S. Agostino, abbiamo cercato di capire meglio la gestione dei rifiuti, a partire dalla scala regionale fino ad arrivare al cassonetto sotto casa.

Sulla “questione rifiuti”, bisogna infatti ricordare che l’Amministrazione Comunale ha solo alcune competenze: quella di promuovere la raccolta differenziata, quella di stabilire come calcolare la tassa sui rifiuti, di favorire la nascita di centri di raccolta dei rifiuti ingombranti (ecocentri).

Tra le competenze della Regione vi è invece l’elaborazione del Piano dei rifiuti, che deve tra l’altro stabilire come realizzare la filiera completa attraverso la costruzione di impianti di compostaggio e di impianti per la chiusura del ciclo dei rifiuti riciclabili come vetro, carta e plastica.
Questo significa che, per avere una buona raccolta differenziata e il massimo del riciclo, è necessaria una adeguata pianificazione da parte di Regione, Provincia e Comuni che devono lavorare in sintonia. Pianificazione e sintonia che spesso sono mancati, producendo risultati inadeguati.

Durante l’incontro, sono state presentate analisi sullo stato della pianificazione regionale, sui problemi del flusso di rifiuti, sulla gestione dei rifiuti ad Alghero, sui costi, sugli obblighi contrattuali degli affidatari, e sui malfunzionamenti del servizio. Tutto questo è servito per formulare idee e proposte per rispondere alla domanda: “Che cosa può fare l’amministrazione e che cosa possono fare i cittadini per ridurre e gestire i rifiuti e migliorare il decoro urbano?”

Non è finita …

Lavoro; diritti, trasparenza e partecipazione; scuola, ricerca e formazione; turismi; servizi sociali e sanitari: la nostra piccola associazione continuerà a ragionare e a proporre, con attenzione ai punti di vista e con rispetto di ogni interlocutore.

Per citare una grande persona, per cui l’obbedienza non era una virtù e che faceva politica nei fatti, senza essere uomo di partito: “Ho scoperto che il mio problema è eguale al tuo: sortirne da soli è l’avarizia, sortirne assieme è la politica”.

Noi di ABC siamo d’accordo.

I dossier di Alghero Bene Comune

06/28/2011

I dossier di tutti gli incontri pubblici sono raccolti in una nuova pagina del sito: “I dossier di ABC

Alghero Bene Comune // Conferenza stampa e Assemblea dei soci

06/21/2011


lunedì 27 giugno · 19.00 – 21.30

Piazza Sulis (19.00 – 20.00) // Obra Cultural (20.00-21.30)

abc ringrazia per il sostegno, presenta i risultati dei suoi primi mesi di vita, progetta il suo futuro, festeggia i risultati dei referendum.